domenica 27 maggio 2018

Giro 2018 - Il corridore resiliente

Jhoan Esteban Chaves Rubio sul Colle delle Finestre, Giro d'Italia 2018
Il ciclismo ci ha abituati da sempre alla presenza dei cosiddetti 'Pédaleur de Charme' in gruppo, a cominciare dal capostipite Hugo Koblet ad arrivare agli odierni Luis León Sánchez o Jakob Fuglsang. Una delle tante cose che ci ha fatto vedere e scoprire questa 101^ edizione del Giro d'Italia è stata la presenza del primo 'Pédaleur Résilient', Esteban Chaves ha dimostrato di fronteggiare la difficolta più grande per un ciclista con molto coraggio ed efficacia. Questa foto si riferisce alla tappa 19 del Giro di quest'anno, quella che comprendeva il Colle delle Finestre. Qui Chavez era già staccato dalla testa della corsa, ciò non di meno riusciva a mantenere un contegno dignitosissimo e a salutare i tifosi che comunque lo ricambiavano con incitamenti pieni di entusiasmo. 
Ricordo le parole del compianto Michele Scarponi che in una intervista raccontava che non sempre riusciva a mantenere il buon umore che lo contraddistingueva ma proprio in quei momenti si sforzava di ritornare quello che tutti conoscevano e apprezzavano e che lui sentiva essere il vero Michele.
Credo che Chaves abbia sofferto molto per un Giro d'Italia così al di sotto delle sue possibilità, ma come Scarponi è riuscito a tornare subito ad essere quello che noi tutti conosciamo e apprezziamo e che è il vero Esteban Chaves.

1 commento:

Ika Oka ha detto...

un piacere leggere questo scorcio di cronaca