venerdì 24 marzo 2017

Sole e caffè

Un omaggio ai coraggiosi di giornata: Frapporti guida Clarke e Skujins, seguiti da Maestri, Zurlo, Rovny e Marangoni. Nascosti Poli, Amezqueta e Denz.
 Ogni anno si ritorna a Pontecurone, crocevia del nostro piano d’attacco alla corsa. Lasciamo una macchina e si monta tutti sulla mia. Pontecurone è un paese come ce ne sono tantissimi in Italia, quelli che in pochi conoscono e dove si vive una vita dignitosa anche con pochi soldi, dove tutti, bene o male, hanno un’attività. Dove i ragazzi non sanno cosa fare, dove c’è una piazza, una strada che porta cose nuove e porta via quelle passate, ed una sagra all’anno. La Milano Sanremo passa nel centro del paese, in una via strettissima, a pochi centimetri dai portoni delle case. Tutti in piazza o sui balconi ad ammirare il gruppo di ciclisti che da palla diventa serpente. Sempre più lungo, sempre più lungo, come i giochi sui cellulari. Su quella via c’è un caffè, ed ogni anno la proprietaria, una signora Cilena, mi offre un espresso; non sappiamo neanche noi quando è nata questa abitudine. Ogni volta faccio gli auguri come fosse capodanno ed ogni volta si passa qualche minuto prima della corsa a parlare, come ci conoscessimo da una vita. Un anno la signora volle indovinare il mio lavoro adducendosi poteri particolari. Ci andò molto vicino ed ancora oggi penso che Sole - il suo nome - è una grande osservatrice. Quest’anno il bar di Sole era chiuso, lei faceva le pulizie ma mi ha confessato che sta per partire per l’Argentina, un modo per ricominciare tornando in sud America. Forse qui è andata male o forse molto bene, non l’ho chiesto e non lo saprò mai, perché è così che la strada porta e porta via. Fosse anche solo il gusto d’un caffè.
Il caffè di Sole.

mercoledì 22 marzo 2017

La via Aurelia / Milano-Sanremo 2017



Non so esattamente perché mi piaccia il ciclismo su strada e non quello fuori. Di sicuro c'entra la sensazione dell'asfalto che scorre sotto le ruote quando pedalo. La naturalezza e la regolarità della posizione in bici. Anche il calore avvolgente che sale quando fa caldissimo, il mio clima ideale.
Ma c'è qualcosa di più. C'è che le corse di ciclismo, quello vero, quello dei professionisti, passano per strade importanti. O, per altri versi, rendono importanti strade anonime. Le celebrano nella loro difficoltà tecnica o nella loro meraviglia paesaggistica. Ne fanno scoprire scorci e gente speciale che li abita. Le incidono nei ricordi con forza e con un'immagine ben definita.
Sanremo, la Liguria, è la via Aurelia. Che vive già da oltre 500 chilometri, conosce altri mari e altri accenti, tramonti poetici e cucine altrettanto letterarie. Roma culla tutte queste vie in un solo abbraccio, ma forse non conosce più come un tempo tutte le loro ricchezze.

Ai Piani d'Invrea, uno di questi posti magici, il mare ti dà il benvenuto e i pini fanno da cornice a una lingua di asfalto nuovo. È la via Aurelia, elegante e matura, che aspetta in silenzio l'arrivo di un'altra Milano-Sanremo. Grandi e bambini, ciclisti per passione e vicini di casa, seduti su un muretto o poggiati a un guardail, col panino fra i denti e le scarpe consumate.

Tutti insieme, al chilometro 556.


venerdì 17 marzo 2017

Da mare a mare / Tirreno-Adriatico 2017

Il passaggio del gruppo a Vignanello

Sul Tirreno c'è un tramonto di fuoco, di quelli che spesso dipingono il cielo fino a Viterbo. Sull'Adriatico ragazzi di tutte le età passeggiano con i cani al guinzaglio, in una domenica di novità e spiragli di bella stagione. E in mezzo c'è un'Italia intera, fatta di terre che tolgono il fiato e invitano a pensare, in silenzio. Cucite insieme da una corsa di ciclismo.

L'Italia, per definizione, è lunga. Weekend come questi e racconti come quello di un recente post di Alessandro mi fanno capire quanto sia interessante anche in larghezza. Da Montalto di Castro a Fermo, passando per il Terminillo, per Rieti, per la devastante e devastata via Salaria e per i mangiaebevi da cuore in gola dell'entroterra marchigiano.

Geraint Thomas

Geraint Thomas - Milano Sanremo 2015
Domani si corre la centoottesima edizione di una corsa unica e speciale: la Milano Sanremo. Trecento chilometri, quasi sette ore in sella per una gara che si decide negli ultimissimi chilometri. A volte negli ultimi metri. Nel 2015 sul Poggio ci provò Geraint Thomas, che anche quest'anno è in gran forma. Noi siamo per coloro che attaccano senza troppi calcoli e per questo pubblichiamo la fotografia della sua azione, sperando che magari ci riprovi. E che magari gli vada bene.

mercoledì 15 marzo 2017

Rohan Dennis

Rohan Dennis - Tirreno Adriatico 2017
Il campione Australiano Rohan Dennis ha vinto la cronometro conclusiva della Tirreno Adriatico, classica preda di Cancellara in passato che ne ha vinte 4 delle 6 disputate tra il 2011 ed il 2016. Dennis aveva già centrato obbiettivi importanti in carriera ed anche una maglia gialla al Tour, colta sempre a capo di una prova a cronometro, ma la vittoria di ieri lo colloca su un altra dimensione, in quanto era anche in lotta per la generale (piazzato dietro Quintana). E' bene imparare a conoscerlo.

domenica 12 marzo 2017

Strada Reputolo

Strada Reputolo - Tirreno Adriatico 2017
Da oggi questa strada della periferia di Fermo entra a far parte di quelle coste Marchigiane (o muri, se preferite) che hanno fatto un po' la storia di questa manifestazione. Costa del Cocciari rimane inarrivabile, ma questo strappo presenta davvero delle pendenze spaventose. E lo spettacolo non è mancato.

giovedì 9 marzo 2017

La Tirreno-Adriatico ritrova la Tuscia


La Tuscia e il ciclismo torneranno insieme, sabato prossimo, 11 marzo, in occasione della 4a tappa della Tirreno-Adriatico 2017. Partenza da Montalto di Castro e arrivo sul Terminillo, dopo 187 km di corsa. Nel percorso, passaggio per Tuscania, Viterbo, Canepina, Vallerano, Vignanello (dove abito), Corchiano, Quartaccio e Sassacci, per un totale di 88.4 km in provincia di Viterbo, prima di sconfinare nella provincia di Rieti. Per me sono le strade 'di casa', ci ho pedalato - lentamente - almeno una volta e non potevo non andare a fare qualche foto per rivedere i punti più interessanti del percorso.