mercoledì 27 maggio 2009

17a tappa - Blockhouse: perchè quei fischi sono vergognosi

Stefano Garzelli (foto Alefederico), secondo all'arrivo, fischiato dal pubblico.
.
Perchè non fanno parte della gente del ciclismo. Non c'è giustificazione che tenga; un corridore non si fischia. Mai. Perchè chi è sulla strada deve rendersi conto dell fatica bestiale che questi atleti affrontano con grande dignità. E' successo che il pubblico del Blockhouse, indispettito e deluso dal terzo posto di Di Luca, si è permesso di fischiare Garzelli (secondo all'arrivo), che invece sta portando a termine un Giro da applausi. Devo dire che un Giro così da Garzelli non me lo sare mai aspettato; non ha ancora vinto ma è stato sempre molto presente. Una seconda giovinezza per un atleta che rimane, a mio parere, un mezzo incompiuto del ciclismo. Nonostante un Giro vinto (era il 2000) penso che avrebbe potuto vincere tante belle classiche e forse un Giro in più.

2 commenti:

Pascal ha detto...

Garzelli ha fatto la sua tappe. Sembra che il tempo quando erà meglio di avere un italiano primo qualunque sia la squadra piuttosto che un estero è passato !
Ma perchè Di Luca non ha lasciato Pelizzotti andare e prendere piu tempo fino ad essere Maglia Rosa virtuale ? Cosi Menchov sarebbe stato costretto a reagire lui invece di seguire Di Luca.

alefederico ha detto...

Di Luca ha condotto sino ad ora il Giro come se lui fosse in maglia rosa. Solo Domenica sapremo se ha fatto bene.