mercoledì 25 ottobre 2017

Jan Ullrich

Jan Ullrich - Tour de France 2003
L’anno prossimo il Tour de France farà tappa a l’Alpe d’Huez, una salita mitica sui cui tornanti si sono consumate numerose sfide, che poi sono passate alla storia. La fotografia ci fa tornare all’edizione del 2003, in piena era Armstrong, con un sofferto primo piano di Jan Ullrich che in quel Tour fu un avversario tostissimo. Peccato che proprio sull’Alpe il Tedesco pagò 1’21” a al Texano, un passaggio a vuoto decisivo se consideriamo che Ullrich arrivò a Parigi a 1’01” dalla maglia gialla! Adesso guardate bene la maglia: quell’anno Ullrich correva per il Team Bianchi, una “squadra lampo”, messa in piedi all’ultimo istante, recuperando ciò che era recuperabile dal default del Team Coast. Così nacque e così fu sciolta, poco dopo. Per poco tempo l’azzurro Bianchi fu nuovamente portato in gruppo, e fu in lizza per la vittoria nella più grande corsa del mondo, sulle spalle di un corridore che era stato grande, ma che aveva perduto lo smalto dei giorni migliori, sino a smarrirsi in una brutta storia di pillole, eccessi e depressione. Nel 2003, e solo allora, si rivide il corridore che era stato e che poteva davvero contendere la maglia ad Armstrong. Dopo quell’edizione Ullrich non fu poi più realmente in grado di competere per la vittoria al Tour, quasi fosse stata la magia di quella maglia a restituirgli la grinta dei giorni migliori, anche solo per qualche giorno di Luglio, quella calda estate del 2003.

1 commento:

Ika Oka ha detto...

bell'articolo