giovedì 15 marzo 2018

Binasco dieci e venti

Il gruppo comincia la lunga marcia verso Sanremo

Chi è rimasto bloccato dal traffico si dispone attorno alla rotonda ma chi aspetta la corsa si piazza al centro di essa, potendo contare su un paio di metri di dislivello che ti consentono di guardare un po’ più distante. Binasco è fine a se stessa, potrebbe essere qualsiasi corsa e chi viene qui non sa né di Poggio né di Cipressa, e neppure gli interessa. Sanremo è talmente lontana che nessuno la nomina neppure. A volte parte la fuga, a volte è già partita, a volte il gruppo dorme, altre volte viaggia furioso. I corridori neanche se ne accorgono, le auto delle squadre e dei giornalisti imboccano l’autostrada con gran fretta, e torna ad essere quello che è: la rotonda d’un anonimo svincolo metropolitano. 

2 commenti:

Ika Oka ha detto...

bella l'introduzione, aspetto il seguito

Alessandro Federico ha detto...

Eh.. non c'è seguito. Il bello è proprio questo. Fine a se stessa!