venerdì 16 marzo 2018

Milano-Sanremo / Una corsa collettiva

La Milano-Sanremo 2016 a Ovada

La verità è che ho scoperto che mi piacciono tutti i luoghi che attraversa la Milano-Sanremo.
Non riesco a sceglierne uno che subito mi viene in mente un motivo valido per ripescarne un altro.
Un aneddoto, un dettaglio, uno scorcio, una parola catturata, un'atmosfera cresciuta in quei pochi minuti in cui tutti, collettivamente, aspettano la corsa.
La Milano-Sanremo è una corsa collettiva. Collettiva perché il gruppo avanza quasi sempre compatto. Collettiva perché quei pochi che, invece, se ne vanno in fuga sono comunque un gruppo. E chissà che un giorno non si faranno una birra insieme in ricordo di quella volta che. Collettiva perché sono paesi interi a scendere in strada e a vivere la corsa. Dal proprio balcone, dal proprio negozio, col giornale sottobraccio o la busta della spesa in mano. Collettiva perché generazioni distanti e, spesso, sconosciute si ritrovano insieme tra Binda e Sagan, tra l'Aurelia e il mare.
Alla fine ho scelto Ovada. Una foto di 2 anni fa. Perché mi ricorda lo stupore della mia prima volta, delle rotonde, dei cartelli verdi e blu e dei benzinai. Degli imprevisti in autostrada, degli svincoli e di me che in quei momenti mi stavo accorgendo di non saperne proprio niente della Milano-Sanremo.

1 commento:

Ika Oka ha detto...

bravo Francesco