giovedì 4 maggio 2017

Giro 2017 - Ci vediamo sulla strada

Giro d'Italia 2016 - Brambilla in maglia rosa nella 10a tappa
L’amico Francesco è in partenza per la Sardegna. Lui ha seguito le ultime partenze del Giro d’Italia e non vuole perdersi neppure questa, mannaggia a lui. Io ed Angelo entreremo in azione un po’ più avanti, godendoci le prime tappe in televisione. La Sardegna regalerà giornate movimentate e meravigliosi paesaggi sul mare, ma sarà la Sicilia a proporre il primo vero giudizio sportivo: l’Etna! Quella era una tappa da vedere dal vivo ma la Sicilia è davvero molto distante ed a volte vale la pena saper aspettare. Non molto però perché in Puglia, a Peschici, sarà già il mio turno. Giusto il tempo di raccogliere gli accrediti e godermi il Gargano e le viuzze bianche di questa cittadina in un clima d’inizio stagione perché la mattina dopo la sveglia sarà molto presto, per raggiungere l’Abruzzo e salire sulla Maiella (lassù c’è ancora la neve), sperando in una bella giornata di sole perché su quella cima la nebbia è di casa. Poi ancora due tappe, la crono Umbra tra Foligno e Montefalco tra i vigneti del sagrantino ed i filari di ulivo, e la tappa tra gli appennini del Casentino che si conclude a Bagno di Romagna, dopo la scalata al Monte Fumaiolo, la sorgente del Tevere. In quei giorni dovrei incrociarmi con Francesco (ma quante tappe segue??) che rientra al Giro dopo la tre giorni Sarda. Quindi sarà la volta di Angelo, che debutta tra Castellania e Biella per poi andare a Bergamo, il giorno dopo, sulle strade del Giro di Lombardia. C’è una tappa, la più bella, che tutti e tre abbiamo sognato per mesi, ed è quella dello Stelvio, alla quale abbiamo rinunciato perché collocata proprio in mezzo alla settimana lavorativa, ma tanto sforzo sarà premiato dal gran finale nel nord est, tra Piancavallo (prealpi Friulane) ed Asiago; due frazioni magari poco affascinanti altimetricamente, ma decisive perché piazzate prima del finale a cronometro. In quegli ultimi giorni saremo tutti insieme, e solo allora il nostro Giro sarà davvero al completo. 

1 commento:

Ika Oka ha detto...

bella foto e racconto